Vai al contenuto

Lear di Edward Bond

28 marzo – 9 aprile 2017

un progetto di lacasadargilla e Alessandro Ferroni
regia Lisa Ferlazzo Natoli
traduzione Tommaso Spinelli

 

Lo spettacolo

Riscrittura contemporanea della celebre opera shakespeariana del grande drammaturgo britannico Edward Bond, Lear è una riflessione sull’indissolubile rapporto tra uomo e potere. Nella vicenda tutto gira intorno a un muro, a una compressione, a uno stato di pericolo diffuso. Si parla di violenza in tutte le sue forme, quelle private e quelle più sapientemente democratiche; di società che manipolano il concetto di violenza fino a farlo diventare accettabile.

Trentacinque personaggi per otto attori, con Elio De Capitani nel ruolo di Lear, si muovono sul palcoscenico nudo attraversato da impalcature di tubi metallici su cui si stendono drappi semitrasparenti. La costruzione sembra richiamare le rovine di un palazzo sontuoso, radicando però nel mondo contemporaneo il senso di distruzione che emana dai suoni e dagli ambienti. E tutt’intorno, silenzioso e ossessivo, il muro, evocato negli spazi e nei sotterranei insondabili delle anime dei personaggi. Ricordo antico e attualissimo, che chiude e imprigiona in recinti sempre più claustrofobici e violenti tutta la nostra Storia.

www.lacasadargilla.wixsite.com/confini

Iscriviti alla newsletter