Vai al contenuto

Pinocchio

28 – 29 aprile 2018

testo Joël Pommerat
regia Fabrizio Arcuri

Lo spettacolo

Dopo Cenerentola, Fabrizio Arcuri porta in scena Pinocchio, seconda riscrittura di Joël Pommerat, un’immersione contemporanea Pinocchio e il suo portato filosofico e culturale, la sua aggressione al senso del vero e del falso, al senso del morale e dell’immorale; ai rapporti di forza che in fondo fanno i rapporti d’amore, con gli altri, e prima ancora con se stessi. E infine, il senso di cosa è umano, di dove sta l’umanità – riflette Fabrizio Arcuri – Pommerat trova così il modo di raccontarci storie che conosciamo, mettendone al centro meccanismi che viviamo, costruendo immagini che ci appartengono, scattando foto in cui ci riconosciamo. Siamo lì, eppure appena fuori per ancora poterci guardare e ridere di noi».

Iscriviti alla newsletter