Vai al contenuto

La gioia

5 – 10 marzo 2019

uno spettacolo di Pippo Delbono

Lo spettacolo

Uno spettacolo sul sentimento più bello e misterioso, frutto di una circostanza unica e di un viaggio attraverso i sentimenti più estremi come l’angoscia, il dolore, la felicità, l’entusiasmo: questo è La gioia di Pippo Delbono. Un vortice di suoni, immagini, movimenti, balli, si fondono con la magia del circo, i colori dei clown, la malinconia del tango; una pienezza di visioni, suggestioni, si fondono tra loro a comporre quel “mare nostro che non sei nel cielo” della laica preghiera di Erri De Luca fino ad esplodere in una cascata di fiori.
Pippo Delbono e la sua compagnia accompagnano il pubblico in un itinerario delle emozioni, in una girandola caleidoscopica
di maschere, storie personali, stati d’animo, in un racconto semplice ed essenziale, che passo dopo passo conduce a trovare la “gioia”, intesa come qualcosa «che c’entra con l’uscita dalla lotta, dal dolore, dal nero, dal buio. Penso ai deserti, penso alle prigioni, penso alle persone che scappano da quelle prigioni, penso ai fiori – racconta Pippo Delbono – Ho scelto di intitolare il mio nuovo spettacolo La Gioia, una parola che mi fa paura, che mi evoca immagini di famiglie felici, di bambini felici, di paesaggi felici. Tutto morto, tutto falso. Ma chi viene a teatro a vedere uno spettacolo in cui c’è la parola morte? In questi tempi dove la gente va a teatro per rilassarsi anche con opere impegnate culturalmente, ma che li riconcilia. Quanta paura c’è a pronunciare la parola morte. Va bene se si tratta di una morte spettacolare, patetica, ma quanta paura c’è nell’accettare la parola morte con serena lucidità».

Iscriviti alla newsletter