Vai al contenuto

SHADOWS. Le memorie perdute di Chet Baker

con Fabrizio Bosso, tromba
Julian Oliver Mazzariello, pianoforte
Massimo Popolizio, voce recitante

Lo spettacolo

Le memorie perdute è il titolo del diario di una vita scritto da Chet Baker, ritrovato dieci anni dopo la sua morte misteriosa che Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzariello e Massimo Popolizio interpretano e rileggono.

Le note di Baker saranno restituite dalla tromba di Fabrizio Bosso e le sue parole dalla voce di Massimo Popolizio, in un incontro artistico che evoca la figura del jazzista “maledetto”, progenitore del cool jazz, la cui presenza si tinge di leggenda tra talento, eccessi e intimi tormenti.

Il 13 maggio 1988 Chet Baker morì cadendo da una finestra del Prins Hendrik Hotel di Amsterdam, al termine di vita che assomiglia a una folle corsa tra musica, eroina, dentro e fuori dal carcere, di amore in amore, da una parte all’altra dell’Atlantico, fino in Italia. Dalle pagine del suo diario, ascoltiamo la vera voce di Chet Baker, che ci lascia entrare nel suo mondo scompigliato, affascinante e pieno – naturalmente – di musica.

A corollario del testo pubblicato da Minimum Fax, Massimo Popolizio racconta e commenta il personaggio di Chet Baker anche attraverso altri scritti, in prosa e poesia da lui scelti, interagendo con Fabrizio Bosso e Julian Oliver Mazzariello e conducendo il pubblico in un mondo, ora oscuro ora lieve, così come fu la vita del grande trombettista di Yale.

Iscriviti alla newsletter