Vai al contenuto

Dove tutto è stato preso

21 – 23 febbraio 2020

di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio
drammaturgia Tamara Bartolini
regia Tamara Bartolini e Michele Baronio

Lo spettacolo

Di e con Tamara Bartolini e Michele Baronio, Dove tutto è stato preso intreccia le storie individuali con la storia collettiva, interrogando la possibilità di edificare e abitare la casa ideale, quando le sue stanze raccontano di un mondo in macerie, consumato dai veleni. Un amore inesorabile cerca riparo dalle rovine dell’inverno in uno scenario di elementi minuti e quotidiani.
Come si può coltivare un giardino nel buio dell’inverno? Tenendo a mente la primavera e trovando un rifugio in cui invocare il futuro. Nel tentativo di indovinare le parole giuste per raccontare il mondo, Bartolini/Baronio si fa guidare dalle biografie di adulti e bambini incontrati nelle residenze e nei laboratori, dalle visioni di Clément, dai sensi amorosi di Zambrano, la tragica delicatezza di Bourgeois, il cosmo umano di Herzog.
Dove tutto è stato preso si rifà a Correzione di Thomas Bernhard, nella ricerca di un paesaggio teatrale, linguistico ed esistenziale che rifletta un panorama interiore immerso nella precarietà esistenziale, ma che sia comunque in grado di ricavarne una favola da consegnare a chi sarà bambino e al bambino che siamo stati.

Iscriviti alla newsletter